Guida all’agricoltura sociale: Fattorie Sociali Sicilia. A cura di Salvatore Cacciola

Guida all’agricoltura sociale: Fattorie Sociali Sicilia.
a cura di Salvatore Cacciola

Negli ultimi cinque anni si registra una crescita in Italia delle esperienze di agricoltura sociale. Diverse sono le pubblicazioni e i saggi scientifici sul tema e costante è stato l’impegno di istituzioni di ricerca come l’INEA nell’analizzare questo interessate fenomeno economico e sociale. La Guida all’agricoltura sociale in Sicilia, edita da Giunti Progetti Educativi risponde ad una duplice esigenza editoriale: offrire maggiore informazione ad un vasto pubblico di lettori e di non addetti ai lavori e di proporre un quadro di lettura del fenomeno A. S. visto da una regione del Sud.

La Guida, curata da Salvatore Cacciola, sociologo ed animatore in Sicilia del Forum Nazionale Agricoltura Sociale, ha il pregio di offrire con una grafica accattivante in un format particolarmente versatile ricco di indirizzi e notizie utili, di storie sul mondo degli agricoltori sociali siciliani. L’A.S. non è presentata esclusivamente come fenomeno economico ma viene raccontata con le storie di vita e le scelte di gruppi familiari e di giovani cooperatori sociali che scelgono di “ritornare alla terra” per una ricerca di senso e di qualità della loro vita. I buoni frutti di queste microstorie di famiglie accoglienti, di giovani che gestiscono le terre confiscate alla mafia, di associazioni di familiari e di volontari, diventano una trama di relazioni significative di aiuto e di solidarietà tra le aziende agricole e i soggetti più vulnerabili. La guida diventa una mappa per orientarsi in un mondo plurale e multiforme di soggetti e di sensibilità che hanno in comune la scelta per la terra e per l’ambiente nella prospettiva di vivere in una comunità solidale. Il volume si apre con la presentazione di Francesca Giarè, ricercatrice dell’INEA e un intervento di Salvatore Stingo, presidente di Agricoltura Capodarco di Roma, sull’agricoltura sociale in Italia. Il rapporto di ricerca di Salvatore Cacciola sull’agricoltura sociale in Sicilia e il contributo scientifico sull’orticoltura terapeutica di Daniela Romano, dell’Università di Catania indicano le possibili applicazioni nel territorio del’A.S. e le potenzialità di sviluppo e di nuova occupazione. La seconda parte del volume è dedicata alle esperienze, raccontate direttamente da chi fa agricoltura sociale. Le schede che si presentano in una veste editoriale da “guida turistica”, descrivono laboratori sociali, esperienze di accoglienza di minori, programmi di inclusione con i detenuti e con malati mentali insieme alle varie produzioni agricole, i trasformati, il turismo sociale e relazionale, l’eno-gastronomia, i programmi didattici e le iniziative culturali.

La documentazione allegata presenta le prime esperienze di collaborazione con il sistema di welfare pubblico: le convenzioni con l’azienda sanitarie di Catania, i protocollo d’intesa promosso dal Ministero della Salute, i progetti di riabilitazione per giovani autistici, il tavolo tecnico regionale sull’agricoltura sociale in Sicilia.

La Guida all’agricoltura sociale in Sicilia appare quindi come un utile e gradevole strumento di lavoro per chi è interessato a conoscere meglio questa originale realtà sociale e anche per chi ha voglia di fare impresa sociale in un contesto rurale.

Salvatore Cacciola

Guida all’agricoltura sociale: Fattorie Sociali Sicilia.

Prezzo  7, 90

si trova nelle librerie Giunti

1 Comments to “Guida all’agricoltura sociale: Fattorie Sociali Sicilia. A cura di Salvatore Cacciola”

  1. luciano d'agata ha detto:

    strumento utile per chi vuole orientarsi nell’interessantissimo mondo dell’Agricoltura Sociale.
    Ottima iniziativa a cui plaudire.

Leave a Reply

Message