Prima edizione del Premio Nazionale Agricoltura Sociale: “Prodotti della Terra, storie di persone”

Il Premio è un’iniziativa promossa da ASeS – Agricoltori Solidarietà e Sviluppo, CIA – Agricoltori ItalianiForum Nazionale Agricoltura Sociale e nasce dal comune percorso intrapreso in Italia e nel mondo, di condivisione dell’agricoltura sociale e dei suoi valori.

La Prima edizione del Premio Nazionale Agricoltura Sociale “Prodotti della terra, storie di persone”, vuole riconoscere, celebrare, promuovere storie di agricoltura sociale e inclusione socio-lavorativa dei migranti in un settore, come appunto l’agricoltura sociale, che si sta dimostrando capace di rispondere in maniera innovativa a fenomeni epocali come i flussi migratori ormai strutturali al mondo globalizzato. L’agricoltura nel suo sviluppo di agricoltura sociale rappresenta inoltre una risposta concreta al fenomeno del caporalato e dello sfruttamento del lavoro dei migranti, favorendo percorsi di inclusione socio-lavorativa e di integrazione nelle comunità dove questi percorsi vengono realizzati, sviluppando forme innovative di accoglienza, basate su una solida e fattiva collaborazione tra diversi attori e reti territoriali che coinvolgono aziende agricole,  cooperative sociali, associazioni, servizi territoriali, scuole, Sprar con un ruolo  centrale svolto dall’ente pubblico.

Attraverso il premio si vuole riconoscere e dare visibilità, oltre che un premio economico, a quelle storie di integrazione, accoglienza e inclusione socio-lavorativa dei migranti che partano dalla terra, dall’agricoltura che si fa sociale, che diventa welfare comunitario e che accoglie, sviluppa nuovi processi di inclusione delle persone fragili partendo, con l’edizione 2017, dai migranti.
Storie di singoli o di organizzazioni e aziende che pongono al centro del loro agire i valori costituitivi dell’Europa Unita, della nostra Costituzione e della democrazia.

Obiettivi del bando e come candidarsi

Obiettivo del presente bando è quello di individuare e riconoscere le buone pratiche, innovative, di eccellenza che già esistono sui territori e sono rivolte all’accoglienza di migranti. La conoscenza e la diffusione delle buone pratiche è centrale per creare una nuova narrazione anche della nostra agricoltura, valorizzando, facendo emergere quelle aziende, coop sociali che non solo non ricorrono allo sfruttamento del lavoro dei migranti, ma che invece portano avanti processi virtuosi di accoglienza ed integrazione socio-lavorativa, siano essi migranti economici o richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale.

L’intenzione è quella di portare alla luce queste storie, riconoscerle, premiarle in modo che possano essere da esempio e da ispirazione innescando circoli virtuosi e di contaminazione di altri soggetti.
 
Premi

Il bando prevede un attestato di merito per tre realtà selezionate tra i soggetti che si sono distinti per la progressiva integrazione nell’attività agricola di pratiche inclusive dei Migranti, favorendone non solo l’integrazione lavorativa, ma anche nel tessuto sociale, culturale delle comunità locali.

Il riconoscimento in denaro assegnato da ASeS, metterà a disposizione risorse al fine di consentire alle “storie” vincitrici del Premio Nazionale di essere valorizzate, in occasione di eventi da organizzare, attraverso interviste e video reportage fotografici con lo scopo di darne visibilità a tutti i livelli compresi quelli Istituzionali.

La consegna degli attestati è prevista per il venerdì 26 Gennaio.

Le candidature verranno valutate da una apposita commissione costituita da esperti nazionali provenienti dal mondo agricolo e sociale.

 

Per inviare la candidatura clicca qui sotto

No Comments Yet.

Leave a Reply

Message