AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA a EXPO Dai laboratori per bambini al workshop “Una realtà territoriale dopo Expo

AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA a EXPO Dai laboratori per bambini al workshop “Una realtà territoriale dopo Expo

STAND E INCONTRI dal 28 settembre al 4 ottobre
WORKSHOP Giovedì 1 ottobre, ore 10.30 – Cascina Triulza EXPO Milano

AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA a EXPO
Dai laboratori per bambini al workshop “Una realtà territoriale dopo Expo”

 

Un innovativo modello di welfare – che da oggi coinvolge tutte le province della Regione Lombardia – capace di coniugare offerta di decine posti di lavoro per persone svantaggiate e tutela ambientale.
In programma workshop, stand e laboratori di progettazione per sviluppare la rete di realtà agrisociali e il rapporto con il territorio, in particolare le scuole e le aziende sanitarie.

Fornire concrete opportunità occupazionali a persone svantaggiate, promuovere la riscoperta del settore agricolo e la valorizzazione dei prodotti locali: sono questi i primi risultati di un progetto regionale che sarà illustrato nel corso del workshop “AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA. Una realtà territoriale dopo Expo” previsto per GIOVEDÌ 1 OTTOBRE, alle ore 10.30, all’interno di CASCINA TRIULZA, la “casa del Terzo Settore” a EXPO Milano.

Un evento aperto al pubblico che sarà l‘ideale sintesi di una serie di giornate – dal 28 al 30 settembre – dedicate a laboratori di coprogettazione: momenti di dibattito tra le imprese agrisociali, le istituzioni e le realtà del territorio che, più delle altre, godono di benefici diretti e indiretti derivanti dal progetto, come le scuole e le ASL. Non saranno solo momenti di valorizzazione delle singole esperienze degli oltre 1400 lavoratori – svantaggiati e non – finora coinvolti, ma soprattutto occasioni per rafforzare il legame con il territorio e sviluppare ulteriori iniziative collaterali. Gli incontri a EXPO si chiuderanno il 3 ottobre con il workshop “Orti di strada – Agricoltura Sociale e Cooperazione Internazionale, esperienze a confronto”, promosso da AMREF Healt Africa, AIAB e Fondazione Reggio Children, in collaborazione con la rete Agricoltura Sociale Lombardia e la cooperativa Aretè.

Dopo la prima presentazione “ufficiale” di maggio, questi incontri, e in particolare il workshop del 1° ottobre, saranno anche l’occasione per valorizzare le evoluzioni e le opportunità future del progetto: tra le novità più importanti, l’estensione di Agricoltura Sociale Lombardia a tutte e 12 le province della regione.
Come spiega Gianni Petterlini, direttore generale Provincia di Mantova e responsabile del progetto: «Se nella fase di avvio Agricoltura Sociale Lombardia aveva potuto contare su una base importante di 7 province e 54 realtà aderenti, oggi il progetto coinvolge l’intera regione. Un successo ottenuto in pochi mesi, grazie al sostegno e alla volontà delle istituzioni coinvolte. Un vero e proprio “circolo virtuoso” di idee e progettualità che ha portato ad accrescere l’attenzione verso questa iniziativa, capace di unire rispetto del territorio, opportunità di inserimento lavorativo per persone in difficoltà e un modello economico locale e sostenibile».

Obiettivi che hanno portato risultati concreti e misurabili, come illustrato da Andrea Poltronieri, direttore di progetto – FOR.MA: «Quello che è emerso nella prima mappatura, che andremo ad estendere alle nuove realtà aderenti delle 5 province che si sono unite al progetto, è che le imprese coinvolte, per il 63% cooperative, hanno saputo unire le potenzialità dell’agricoltura con un nuovo modello di welfare. La presenza di persone svantaggiate diventa quindi un valore aggiunto: un terzo degli addetti operanti all’interno di Agricoltura Sociale Lombardia è infatti composto da persone con disabilità o in condizioni di disagio. Anche grazie alla vetrina di Expo, oggi migliaia di cittadini sono entrati in contatto con le nostre realtà, riconoscendo il valore di chi sa creare occupazione in Lombardia, riducendo i costi del welfare, supportando persone in difficoltà e tutelando l’ambiente e il territorio».
VIENI A CONOSCERE AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA – CASCINA TRIULZA (dal 28/09 al 04/10)

Tutti i cittadini potranno essere “protagonisti” del progetto, interagendo direttamente con le realtà coinvolte e partecipando attivamente anche attraverso i social network e il sito internet, comprensivo di social wall.
Oltre al workshop, fino al 4 ottobre AGRICOLTURA SOCIALE LOMBARDIA sarà inoltre presente al primo piano di Cascina Triulza – EXPO con uno stand interattivo, pensato per coinvolgere i visitatori dell’esposizione universale di ogni età: laboratori per bambini e ragazzi, presentazioni multimediali e gadget tematici per conoscere i dettagli del progetto in modo divertente e “partecipato”, contribuendo al suo sviluppo.

Agricoltura Sociale Lombardia nasce per sviluppare e promuovere nel territorio lombardo un modello pensato per implementare l’inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità (psichica, intellettiva, fisica) ma anche in situazioni di difficoltà (tossicodipendenza, detenzione, minori a rischio, vittime di violenza), per rispondere in modo concreto ed efficace anche alle nuove emergenze sociali. Un’opportunità per garantire loro esperienze formative e professionalizzanti, valorizzando le capacità individuali e aumentando il grado di autonomia, fornendo al contempo gli strumenti per poter ottenere maggiori opportunità lavorative future. Inoltre la maggioranza delle realtà agrisociali coinvolte ha anche avviato una produzione biologica basata sul principio del Km 0.

INFO: www.agricolturasocialelombardia.it
info@agricolturasocialelombardia.it
Facebook: Agricoltura Sociale Lombardia
#agricolturasocialelombardia

 

scarica la locandina

LOCANDINA_AS LOMBARDIA A EXPO

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto che inserirai, così noi potremo tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per maggiori informazioni leggi i termini nella nostra privacy policy.