Agricoltura sociale e Microcredito: avviato l’accordo per un iter progettuale

Agricoltura sociale e Microcredito: avviato l’accordo per un iter progettuale

L’Ente Nazionale per il Microcredito, l’AIAB, (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica), IDEA 2020 srl (società Spin-off dell’Università degli Studi della Tuscia) e AVVISO PUBBLICO (Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie)  hanno sottoscritto un protocollo di intesa volto a sostenere programmi e progetti finanziati con gli strumenti propri del microcredito e della microfinanza.
Potranno beneficiare degli interventi che saranno programmati i soggetti che necessitano di un sostegno per il loro definitivo reinserimento nella società civile e professionale; i portatori di handicap; inoccupati o disoccupati, in particolare giovani e donne; le famiglie e i soggetti destinatari delle rimesse effettuate dagli immigrati presenti in Italia. I progetti si rivolgeranno a favore di soggetti svantaggiati, non bancabili e vittime di esclusione sociale.
Tra le prime attività previste dall’accordo la partecipazione ad un progetto centrato sul tema dell’agricoltura sociale  che si prefigge come obiettivo generale dell’iniziativa è pertanto lo sviluppo delle competenze e delle capacità di tutti quei soggetti interessati al sistema  microcredito per la progettazione e gestione di attività imprenditoriali in agricoltura sociale, secondo le direttrici strategiche tracciate da Europa 2020. 
“L’opportunità offerta dal nuovo quadro normativo 2014-2020, di poter estendere ampiamente l’impiego degli strumenti finanziari al servizio delle politiche di sviluppo e inclusione sociale potrà essere colta – affermano i firmatari del protocollo – solo se si dota il sistema italiano, in modo specifico  quello dei territori, delle competenze indispensabili perché tali strumenti possano essere progettati e gestiti con la massima efficienza ed efficacia. Ne consegue la necessità di attivare una rete di tutti gli stakeholders da cui far scaturire le indicazioni utili a costruire una piattaforma nazionale per sviluppo di imprenditorialità innovativa imprese in questo ambito”.
 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto che inserirai, così noi potremo tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per maggiori informazioni leggi i termini nella nostra privacy policy.