Qualche parola sul Forum

L’agricoltura sociale, in questi anni, è andata sempre più espandendosi in Italia e in Europa. Essa costituisce un momento importante per realizzare esperienze di integrazione culturale, sociale ed economica tra attività produttive agroalimentari in senso stretto e processi di inclusione delle fasce deboli della società con percorsi formativi e occupazionali.

Sono fiorite nel nostro Paese molteplici esperienze che ci fanno dire oramai di aver superato ampiamente la fase pionieristica ed episodica. In questi ultimi anni il dibattito, ricco di stimoli culturali e valoriali, ha tra l’altro messo in evidenza la necessità, non più prorogabile, di realizzare, con la più ampia partecipazione dei reali soggetti impegnati, un luogo di confronto, elaborazione e rappresentanza dell’ A.S.

Questo ha portato a coagulare le molte sensibilità presenti tra le realtà operative intorno all’obiettivo della costituzione di un Forum Nazionale, avviato a Firenze, nell’ambito di Terrafutura, il 21 maggio nel 2011.

In questo periodo il Forum si è dotato di una specifica Carta dei Principi dell’Agricoltura Sociale nel nostro Paese, come fonte valoriale di riferimento per gli aderenti, gli operatori economici e culturali.

Essa, frutto di un’autonoma elaborazione dei soggetti coinvolti , rappresenta il reale discrimine tra agricoltura sociale e generiche esperienze di multifunzionalità.

Inoltre il Forum si è relazionato in chiave europea, con le esperienze degli altri paesi della U.E., e con la DG Agricoltura e la Rete Rurale Europea, ha promosso in tutta Italia Conferenze, corsi di formazione, incontri della Comunità di pratiche dell’AS, per favorire lo scambio di informazioni e accompagnare la costruzione di una rete di relazioni.
Il confronto con il mondo accademico e scientifico ha inoltre costituito un utile e positivo processo di crescita reciproca e di allargamento degli orizzonti culturali, sociali ed economici di questa esperienza.

Il Forum Nazionale ha promosso la formazione dei forum regionali, oggi presenti in quasi tutte le ragioni Italiane favorendo la partecipazione dei diversi soggetti, da aziende agricole a coop sociali, università e centri di ricerca, servizi socio-sanitari, Istituzioni pubbliche e tutto il veriegato mondo dell’associazionismo.

Fondamentale è stato in contributo in quasi tutte le regioni sia sul piano formativo che di confronto con le istituzioni pubbliche per la normativa in materia di as e nuovi PSR, sia a livello Nazionale che regionali.

Il Forum è stato una dei soggetti di rappresentanza del mondo agricolo sociale che più hanno interloquito con Parlamento per la legge Nazionale, entrata in vigore il 23 settembre 2015.

Il forum ha svolto e svolge una funzione di consulenza delle tante realtà che si stanno affacciando all’As, sia del mondo agricolo che sociale, favorendo una maggiore diffusione delle potenzialità dell’as sia in termini di produzione agricola sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale, sia in termini di offerta di servizi socio-sanitari.

Il Forum  Nazionale Agricoltura Sociale è membro dell’Osservatorio Nazionale Agricoltura Sociale, istituito a Gennaio 2017 presso il MIPAAF, secondo quanto previsto dalla Legge 141/2015.

 

Perché il Forum

Il Forum intende favorire l’incontro tra produttori agricoli, cooperative sociali, associazioni, famiglie, persone in situazione di svantaggio, consumatori responsabili, università, amministrazioni pubbliche ed enti locali, servizi sociali, strutture didattiche, scolastiche e sanitarie.  Il Forum tra i suoi obiettivi intende promuovere e favorire lo scambio di informazioni e accompagnare la costruzione di una rete di relazioni.

Il confronto con il mondo accademico e scientifico ha inoltre costituito un utile e positivo processo di crescita reciproca e di allargamento degli orizzonti culturali, sociali ed economici di questa esperienza.

Lo Statuto del Forum

 

L’Agricoltura Sociale

slider07

 

 

 

 

L’AS comprende l’insieme di pratiche svolte su un territorio da imprese agricole, cooperative sociali e altre organizzazioni che coniugano l’utilizzo delle risorse agricole con le attività sociali. le attività dell’AS sono finalizzate a

  • generare benefici inclusivi,  favorire percorsi terapeutici, riabilitativi e di cura;
  • sostenere l’inserimento sociale e lavorativo delle fasce di popolazione svantaggiate e a rischio di marginalizzazione;
  • favorire la coesione sociale, in modo sostanziale e continuativo.

Tali attività sono realizzate in cooperazione con i servizi socio-sanitari e gli enti pubblici competenti del territorio e sottoposte a verifiche periodiche.

L’agricoltura sociale è una prassi di sviluppo locale sostenibile socialmente, economicamente ed ecologicamente. In quanto parte dell’agricoltura multifunzionale, essa  può offrire un’ampia gamma di servizi finalizzata a perseguire il benessere dell’intera cittadinanza e quindi rispondere ad un più ampio bisogno di politiche di welfare.

Indagine Conoscitiva sull'AS della Camera dei Deputati

Approfondimenti

(For English User click further down)

ENGLISH

 

La nostra squadra